Benvenuti ad Agira - Sicilia Turismo e Notizie

   Sicilia Turismo & Notizie
Vai ai contenuti

Menu principale:

La città di Agira
Cosa vedere nella città di Agira (EN)

Agira è un comune della provincia di Enna, con poco più di 8.000 abitanti, situato a nord-est della provincia, sul monte Teja di cui occupa la sommità e le pendici. Pittoresca città che domina le valli del Salso e del Simeto, Agira dista 35 chilometri da Enna ed è tra i centri siciliani più antichi e prestigiosi. La leggenda narra infatti che la città venne fondata prima della guerra di Troia ed è conosciuta da Cicerone e Tolomeo. La sua storia spazia dal mondo pagano degli dei e degli eroi greci come Eraclee e Iolao a quello cristiano del suo patrono San Filippo, dal cui culto profondamente radicato nella pietà popolare cittadina e diffuso in tutta l'isola deriva in età moderna il nome di San Filippo d'Argirò, l'attuale Agira.

Agira è la patria del primo storico scientifico, l'agirino Diodoro Siculo, del I secolo a.C., che è stato il primo storico al mondo ad ancorare il racconto degli avvenimenti al computo cronologico delle Olimpiadi. Maria Scriffignano Siscaro, rimasta priva dell'affetto di tutti i suoi cari, nel 1903 destinò tutte le sue ricchezze alla fondazione di un istituto educativo per gli orfani agirini, purchè insegnasse ai giovani l'amore per l'agricoltura.
C'è una leggenda legata alla città di Agira, quella che afferma che San Filippo Neri, patrono di Agira, ha rinchiuso un diavolo in una grotta vicina al paese e, nelle notti di tempesta, in paese si sentono le urla disperate del diavolo prigioniero.

Cose da vedere ad Agira
Tra i monumenti da visitare ad Agira ricordiamo: il Castello sulla cima del monte Teja di cui oggi restano solo i ruderi della torre, l'Aron della Sinagoga di Agira a testimonianza della presenza di una comunità ebraica nel medioevo ad Agira, l'Abbazia.

Sotto trovate alcune strutture turistico ricettive dove soggiornare, dormire, mangiare o divertirsi ad Agira e dintorni in provincia di Enna.

Adduoppu o lampu fa u truonu (Dopo il lampo fa il tuono)
In natura sembra che i fenomeni operino a coppia: l'abbaglio e lo stordimento, lo scivolone e la caduta, sparlare ed essere deriso, piangere e lacrimare, correre e ansare...
Ricette facili




Le ricette più famose della cucina tipica siciliana

Nel cuore del Mediterraneo, la Sicilia è stata per millenni crocevia di popoli che le hanno impedito di affermarsi, nel campo culinario, in maniera autonoma.
Sempre dominata, la Sicilia è stata però così intelligente da far propri gli aspetti peculiari delle diverse culture: greci e fenici, romani e bizantini, arabi e normanni, spagnoli e francesi.
Le ricette di abcsicilia sono ricette facili da realizzare e richiedono ingredienti economici di uso stagionale frequente  


© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy
Direttore responsabile: Giuseppe Cianci                                                        Contatti: redazione@abcsicilia.com  giuseppe.cianci@abcsicilia.com

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu