Banconote di grosso taglio? Servono solo ad alimentare il nero e la criminalità? Di certo non servono a pensionati e lavoratori dipendenti - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia. Un blog di opinion-leading - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Banconote di grosso taglio? Servono solo ad alimentare il nero e la criminalità? Di certo non servono a pensionati e lavoratori dipendenti

Pubblicato da in Opinioni ·
Tags: contantievasione



Le banconote di grosso taglio, come quelle di 200 euro e 500 euro servono solo ad alimentare il nero e la criminalità, di certo non servono a pensionati e lavoratori dipendenti che difficilmente hanno la possibilità di vedere questo tipo di banconote.

Fu nel 2016 che la Banca Centrale Europea prese la decisione di sospendere la stampa delle banconote da 500 euro, dopo diversi mesi di discussioni e trattative, con l’obiettivo di combattere il riciclaggio di denaro, il finanziamento di organizzazioni criminali e terroristiche e l’evasione fiscale, proprio perchè i biglietti da 500 euro ne sono da sempre uno dei mezzi principali. Le banconote da 500 euro permettono infatti di spostare o nascondere grandi quantità di denaro in poco spazio e per questo sono usate spesso per attività illecite. In un pacchetto di sigarette, per esempio, è possibile conservare fino a 40 banconote da 500 euro, per un valore di 20 mila euro. Una busta piena di 2 mila banconote da 500 euro ha un valore di 1 milione di euro e un peso di poco più di 2 chili, mentre per arrivare a 1 milione di euro con tagli da 20 euro servirebbero 50 mila banconote e alcune valigie.

Pensa davvero questo Governo di combattere l'evasione fiscale limitando l'uso di contante e incentivando l'utilizzo delle carte di debito o credito? E' solo uno specchietto per le allodole.





Siamo anche su Facebook
Torna ai contenuti | Torna al menu