Il discorso di fine anno di Mattarella? No grazie, aspetto ancora i fatti dopo il discorso del 2015 - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il discorso di fine anno di Mattarella? No grazie, aspetto ancora i fatti dopo il discorso del 2015

Pubblicato da in Opinioni ·
Tags: Mattarelladiscorsocapodanno

Sergio Mattarella nel suo discorso di fine anno 2015


Caro Presidente Mattarella, lei è una brava persona, nessuno mette in dubbio la sua bontà e la sua cultura, ma dal Presidente della Repubblica di questo Paese, mi aspettavo e mi aspetto ancora ben altro. Lei, nel suo discorso di fine anno 2015, aveva fatto riferimento alle "difficoltà" e alle "speranze" degli italiani nella vita di tutti i giorni, ma nel suo operato di un anno non c'è stata nessuna azione rivolta ad alleviare queste difficoltà. E' vero che sarebbe stato stato compito del Governo e non del Capo dello Stato, ma lei avrebbe potuto dare gli imput al Governo per andare incontro a chi soffre tra mille difficoltà.
Lei, nel suo discorso dell'anno scorso, aveva annunciato: "L'occupazione è tornata a crescere... dato positivo, che pure dà fiducia..". Sempre in quel discorso aveva ribadito: "La condizione economica dell'Italia va migliorando, questo va sottolineato...", peccato che gli italiani in difficoltà non si siano proprio accorti di questa crescita così come nessun miglioramento ci sia stato nelle loro finanze. Le uniche cose che sono cresciute in Italia in questo anno sono il numero dei poveri e la discriminazione sociale. Si, perchè nessuno dice che, all'aumento della povertà in Italia, corrisponde un aumento della ricchezza di quei pochi che la detengono.
Ora, caro Presidente Mattarella, lei che aveva puntato il suo discorso di fine anno 2015 sugli aspetti più fragili della crisi,  i giovani, le donne, il Mezzogiorno, le disuguaglianze e le discriminazioni, cosa potrebbe dire adesso agli italiani, se non recitare il mea culpa, per evitare di incorrere nell'ennesima presa in giro di milioni di italiani che non arrivano più a fine mese?
Caro Presidente, mi dia allora un motivo per cui io debba seguire il suo discorso di fine anno. Faccia un gesto che finora nessun politico ha mai fatto, dia l'esempio, faccia dei tagli al bilancio del Suo Quirinale, nella speranza che anche gli altri politici possano tagliarsi stipendi e vitalizi faraonici, in questo clima di ristrettezze dove a fare i sacrifici sono solo e sempre le fasce più deboli di questo Paese.




Potrebbero interessarti anche:













Torna ai contenuti | Torna al menu