Tg in Italia: dal Lingotto del Pd ai gazebo di FI passando per le proteste contro Salvini. Silenzio su M5S - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tg in Italia: dal Lingotto del Pd ai gazebo di FI passando per le proteste contro Salvini. Silenzio su M5S

Pubblicato da in Opinioni ·
Tags: LingottoSalviniBerlusconi

Alcune tappe siciliane di Alessandro Di Battista


Oltre otto milioni di italiani hanno votato Movimento 5 Stelle alle ultime elezioni politiche del 2013, primo partito in Italia, peccato che per una legge, giudicata poi incostituzionale, al governo del Paese sia andato il Pd che, sempre grazie a quella legge incostituzionale, abbia beneficiato di un premio di maggioranza che gli ha permesso di "governare".
Oggi, se si andasse ad elezioni, il numero degli elettori che voterebbe il Movimento 5 Stelle sarebbe di gran lunga superiore a quello del 2013, grazie al mal governo di questi anni da parte del Pd che, pur di stare incollato alla cabina di regia di questo Paese, ha stretto alleanze con i fuorusciti del partito di Berlusconi come Alfano e Verdini, producendo la peggior politica di governo degli ultimi decenni. Eppure c'è un'intera classe di giornalisti, opinionisti e conduttori televisivi, che snobba il Movimento di Grillo, con la conseguenza di snobbare più di dieci milioni di italiani, sostenitori del M5S, che comunque pagano il canone alla Rai e contribuiscono, con le loro tasse, al pagamento dei finanziamenti pubblici all'editoria. Perchè?
In questi giorni tengono banco, su giornali e televisioni, le vicende del Lingotto, da dove dovrebbe ripartire la rinascita di Renzi e del Pd, ma anche le continue dichiarazioni di Berlusconi che non vede l'ora di riscendere in campo mentre non perde occasione di presagire disgrazie e rivoluzioni in caso di vittoria del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni. Mai una parola sulle buone iniziative del M5S: taglio dei vitalizi, abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti, reddito di cittadinanza, taglio delle pensioni d'oro a favore di quelle più basse, taglio auto blu e voli di Stato, taglio alle scorte e ai mille privilegi dei politici. Meglio non parlare in televisione di ciò che davvero potrebbe interessare alle famiglie italiane e ai pensionati? Meglio tacere sull'inchiesta Consip che vede coinvolti, oltre al padre di Renzi, anche un ministro vicino a Renzi? Meglio non parlare del ministro Alfano che ha il record di 68 viaggi in Aereo Blu in soli sei mesi? Sapevate che il ministro Alfano, spesso per tornare semplicemente a casa sua in Sicilia, usa l'aereo di Stato? Ma perché ogni tanto non usa i mezzi che usano tutti per spostarsi all'interno del Paese? Perché gli italiani devono pagare il colossale Airbus 340 presidenziale voluto da Matteo Renzi? Considerate che l'osservatorio MilEx ha stimato che sia costato 23 milioni per il 2017: più di un milione mezzo a decollo. Ha senso questo spreco? Per il MoVimento 5 stelle NO. Perchè non raccontare in televisione e sui giornali di questo spreco di risorse pubbliche in tempo di ristrettezze economiche?
Basta, basta e basta. Mandiamoli a casa tutti.


Potrebbero interessarti anche:













Torna ai contenuti | Torna al menu