Modica, i residenti si organizzano in ronde di sorveglianza per contrastare i furti nelle proprie case - Blog d'approfondimento. Noi non diamo le notizie, le commentiamo! - abcsicilia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Modica, i residenti si organizzano in ronde di sorveglianza per contrastare i furti nelle proprie case

Pubblicato da in Cronaca siciliana ·
Tags: furtiModicaronde


Continuano le razzie dei ladri nelle campagne di Modica, nel ragusano. Le zone prese di mira dai ladri sono quelle periferiche della città, dove i ladri fanno razzia di ogni cosa dentro case di campagna, allevamenti di bestiame e attività varie. Vista l'assoluta inerzia delle Forze dell'Ordine, dell'Amministrazione locale e della stessa prefettura, i residenti delle contrade Serrameta, Trebalate, Miglifulo, Cannizzara e Passo Parrino, si sono organizzati in ronde notturne a difesa delle proprie case. Diversi gruppi, in contatto tra loro tramite Whatsapp, sono pronti ad intervenire ad ogni segnalazione di situazione strana.
Il fenomeno si protrae, purtroppo, da diversi anni, senza che nessuno faccia qualcosa per eliminare definitivamente il problema. A ribadire la gravità della situazione che caratterizza l'intera zona sono gli stessi abitanti di queste contrade, stufi di assistere inermi a furti di ogni genere nelle proprie abitazioni.
La banda dei furti sembra si sia stabilita in questa zona periferica della città, prendendo di mira diverse abitazioni anche vicine tra di loro. L'intervento delle Forze dell'Ordine è quasi sempre tardivo e oltre il danno c'è anche la beffa, perchè il malcapitato dovrà perdere una giornata intera per recarsi al commissariato di Polizia, il giorno dopo, per la denuncia di rito che, come tutte quelle fatte finora, a nulla serve.
Per questo e per contrastare in qualche modo il fenomeno, i residenti si sono organizzati in ronde di sorveglianza e segnalano i numeri di targa sospetti alle Forze di Polizia, nella speranza che il sindaco si muova per sollecitare al Prefetto un maggior controllo del territorio da parte delle Forze dell'Ordine, magari coadiuvate dall'installazione di telecamere di videosorveglianza e una maggiore illuminazione nelle zone buie delle periferie, come la contrada Serrameta e Miglifulo (provinciale 32), completamente al buio.
I residenti sono stufi di questi furti a ripetizione, anche quando all’interno si trovano gli stessi proprietari a dormire. Le denunce che arrivano da diverse settimane alle Forze dell'Ordine sono diverse e il copione è sempre lo stesso, con i proprietari che entrano in casa e fanno l'amara scoperta: ogni cosa viene trovata a soqquadro e molte volte non mancano autentici sfregi alle pareti o alla biancheria, per non parlare dei bisogni fatti sul pavimento o del cibo trovato in frigo sparso per la casa. I ladri portano via di tutto, dalle cose più piccole, fino ai mobili e agli elettrodomestici: frigoriferi, a volte anche intere cucine.





Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu