Renzi e Gentiloni hanno salvato l'Italia: multe a chi cerca cibo nei cassonetti, Brumotti a caccia di spacciatori e giornalisti a caccia della Raggi... - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Renzi e Gentiloni hanno salvato l'Italia: multe a chi cerca cibo nei cassonetti, Brumotti a caccia di spacciatori e giornalisti a caccia della Raggi...

Pubblicato da in Opinioni ·
Tags: RenziGentilonicrisipovertà

Gli anziani costretti a cercare nella spazzatura

Come si fa oggi a seguire l'informazione? Non c'è un tg che non parli delle buche di Roma in tutte le sue edizioni, colazione pranzo e cena, prima e dopo i pasti, da ormai quasi due settimane. Le elezioni sono finite ma la campagna elettorale contro il Movimento 5 Stelle è ancora in piena attività. E le altre notizie? Interviste ai trombati delle urne che ancora fanno il bello e il cattivo tempo dall'alto dei loro palazzi. Sentire Renzi oggi affermare che grazie al suo lavoro e a quello di Gentiloni l'Italia è uscita dalla crisi ed ha iniziato il percorso di crescita, fa solo venir da vomitare. Ci raccontano di debito pubblico che diminuisce, disoccupazione che diminuisce pure, occupati che aumentano, pil in crescita e aziende che aumentano il loro fatturato. Poi vai a leggere i dati in dettaglio, su internet, sul sito Istat o su giornali (pochissimi) che parlano davvero di economia e capisci che è tutto il contrario di quello che vogliono farci credere quelli del Pd e i giornalai al loro servizio. Guardi Striscia la notizia, la sera, per farti quattro risate dopo una giornata di duro lavoro e vedi Brumotti dare la caccia agli spacciatori in varie città, da nord a sud, e allora ti chiedi ma le Forze dell'Ordine dove stanno? Possibile che gli inviati di striscia riescano a scovare spacciatori, furbetti del cartellino, evasori, gente che non paga il biglietto alla metro, truffatori di ogni genere e in ogni settore, mentre lo Stato si vanta di aver portato l'Italia fuori dalla crisi? Dopo cena, per non farti drogare dalla tv spazzatura che litiga su cannaioli si, cannaioli no, fai un giro su internet e leggi che a Genova hanno deciso di multare chi cerca cibo nei cassonetti per combattere questo fenomeno che sembra essere l'unico dato in crescita in Italia. Duecento euro di multa a chi viene beccato a frugare nei cassonetti e allora viene spontaneo chiederti: ma se quel poveraccio avesse 200 euro mica starebbe lì a frugare nell'immondizia? Ma come si fa ad avere amministratori pubblici che non sanno amministrare nulla? I dati di questi giorni confermano ancora una volta l'aumento del debito pubblico a gennaio 2018, ma anche la diminuzione delle entrate tributarie dello Stato nello stesso periodo, allora non devi essere mica un economista per capire che se, nonostante la raffica di aumenti partiti dal 1 gennaio di quest'anno, le entrate dello Stato diminuiscono mentre le spese aumentano, allora c'è qualcosa di profondamente sbagliato nelle linee economiche di chi amministra questo Paese. Dunque la Raggi cosa c'entra con tutto questo? Le buche c'erano prima e ci sono ancora a Roma, come ci sono in tutte le altre parti del Paese, perchè le amministrazioni locali non hanno soldi per rifare le strade, a Roma ancor peggio visto i debiti lasciati al Comune dalle precedenti amministrazioni. Il problema, a mio modesto parere, non sta nelle capacità di un sindaco a risolvere o meno i problemi di una città, quanto nella mala gestione delle risorse da parte dello Stato centrale. Insomma questa non è l'Italia che ci descrivono nei buoni salotti televisivi, questa è un'Italia alla mercé di stranieri che vengono in Italia e, non trovando lavoro, delinquono e stuprano, spacciatori in ogni angolo del Paese, truffatori di ogni genere che raggirano poveri anziani, ma anche evasori di grosso spessore, senza parlare di quella corruzione senza la quale sembra che non si muova un briciolo di sabbia in Italia, vedasi la tangente di un milione e mezzo di euro sulla Siracusa-Gela, l'autostrada che i siciliani sognani ormai da decenni e che sembra non andrà mai in porto. Però in Italia si riescono a scovare quei poveracci che cercano cibo nei cassonetti della spazzatura.


Potrebbe anche interessarti:


22 marzo 2018 - Imbrattato il monumento di Via Fani inaugurato da Mattarella la settimana scorsa per l'anniversario del rapimento di Moro







Torna ai contenuti | Torna al menu