Ecco quello che succederà dopo le elezioni del 4 marzo prossimo. Tenetevi forte... - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ecco quello che succederà dopo le elezioni del 4 marzo prossimo. Tenetevi forte...

Pubblicato da in Dall'Italia ·
Tags: elezioniBerlusconiRenziDiMaio



Se tutto andrà come stanno sbandieranno in questi giorni i politici in tv e sui giornali, sarà una pacchia. Dopo il 4 marzo, e una volta che le promesse di tutti i candidati premier saranno com'è prevedibile (non possiamo avere dubbi su questo) mantenute, tutti ci alzeremo tardi al mattino e già questo non è cosa da poco.
Non avendo dunque impegni incombenti, per la verità non avendone proprio, passeremo la mattina guardando la Tv (senza pagare il canone, ce l'ha promesso Renzi).
Al pomeriggio prenderemo l'auto (senza pagare il bollo, ce l'ha giurato Silvio) e ci dirigeremo con calma all'Università per seguire qualche lezione (tanto non pagheremo le tasse, ce l'ha promesso Piero Grasso).
Siamo ancora indecisi tra Paleontologia e Ingegneria spaziale. Magari entrambe, tanto lo faremo unicamente per passione personale. Perché al lavoro, quasi sicuramente, non ci andremo più. Avremo un reddito minimo garantito da 780 euro al mese, ce l'ha assicurato Luigi Di Maio. Se poi abbiamo una moglie e un marmocchio in casa, addirittura ci ritroveremo a percepire un reddito di 1.250 euro, lo ha confermato Berlusconi da Barbara D'Urso.
Se poi proprio ci dovessimo annoiare, oppure per curiosità ci dovessimo fare assumere da qualcuno, perchè tanto il lavoro non mancherà (ce l'hanno promesso tutti), allora sappiate che mal che vada verremo pagati 10 euro l'ora (parola di Renzi). E non importa se non rendiamo sul lavoro, tanto non verremo licenzati perchè il Jobs Act verrà abolito (parola di Salvini) e tutti i soldi che guadagneremo, anche se tantissimi, ma proprio tantissimi, saranno tassati solo al 15% (promesso da Salvini) o, mal che vada al 23% (promesso da Berlusconi da Barbara D'Urso).
E non vi preoccupate per la vecchiaia, tanto lasceremo il lavoro a circa 60 anni, mica più a 67 (lo ha assicurato Berlusconi). E lo faremo con una pensione minima di mille euro al mese (sempre parola di Berlusca, in gran forma davvero). E potremo stare tranquilli che nessuno ce li ruberà perchè ci saranno i carabinieri e i poliziotti di quartiere a guardarci e difenderci (parola di Berlusca da Barbara D'Urso). E poi difenderci da chi, se tutti staremo bene economicamente e i migranti saranno stati rispediti al loro paese di origine? (Parola di Salvini-Meloni) tanto che la razza bianca sarà salva (parola di Fontana, candidato del centro-destra a nuovo governatore della Lombardia).
In casi estremi di difficoltà ci sono poi gli 80 euro (confermati da Renzi anche per le famiglie con figli minori) che ci salveranno il culo dagli imprevisti.
Gli economisti dicono che il nostro stile di vita migliorerà parecchio e costerà soltanto 200 miliardi l'anno in più allo Stato. Cioè circa 50 mila euro l'anno per ogni singolo contribuente italiano. Cioè più dei soldi che guadagneremo col reddito minimo e quelli che risparmieremo non pagando praticamente nulla.
Sarà una pacchia in tutti i sensi. Ce l'hanno promesso tutti.



Potrebbe anche interessarti:








Non si muore di freddo, si muore perchè si è poveri! Poveri di diritti e di istituzioni






Torna ai contenuti | Torna al menu