E "spelacchio" finisce alla Corte dei Conti. Esposto di Carlo Rienzi numero 1 della Codacons - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

E "spelacchio" finisce alla Corte dei Conti. Esposto di Carlo Rienzi numero 1 della Codacons

Pubblicato da in Dall'Italia ·
Tags: spelacchioRomaRaggiCodacons

L'albero di Natale allestito a Roma a Piazza Venezia


Il caso Spelacchio finisce alla Corte dei Conti perchè il numero uno della Codacons, Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma nel 2016, ha depositato un esposto in cui chiede alla giustizia contabile di indagare su un possibile danno erariale. L'associazione di consumatori chiede anche la rimozione dell'albero di Natale da Piazza Venezia "palesemente morto e che rappresenta un vergognoso spettacolo per cittadini e turisti". Rienzi, conosciuto per le sue numerose battaglie come quando denunciò il fumetto di Tex Willer perché accendeva troppe sigarette, la cantante Anna Oxa per aver mostrato la marca del perizoma a Sanremo, i patrizi dell'antica Roma per le divisioni basate sul censo e persino se stesso, all'ordine degli avvocati, per far pagare ai suoi clienti la tariffa minima, oggi vuole far lavorare la giustizia contabile "per verificare la questione legata ai fondi spesi, a volte in maniera immotivata e dannosa per l'erario, per l'acquisto di un bene poi rilevatosi totalmente inutile, acquistato pochi giorni fa ed ormai prossimo alla morte".
Ora a parte che l'albero è stato regalato al Comune di Roma e la sindaca Raggi ha provveduto soltantoi alle spese per l'illuminazione dello stesso, ma vorrei dire alla Codacons: Ma dov'eravate prima che arrivasse la Raggi a Roma? Grazie alla Raggi abbiamo scoperto ora che a Roma, in molte case popolari c'erano arredamenti di lusso, maniglie dorate, decorazioni con brillanti, maxi schermi, vasche idromassaggio, cabine armadio da film hollywoodiani, allacci abusivi alla rete elettrica. Dov'era la Codacons e chi difendeva le famiglie davvero bisognose in attesa di una casa popolare? A Tor Bella Monaca appartamenti occupati abusivamente da persone riconducibili ad una nota famiglia malavitosa della zona, doeva arrivare la Raggi a Roma per scoprire queste cose? E già l'albero in Piazza Venezia questo si che è un problema.
Sapete quanti voti ha preso Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma nel 2016, contro la Raggi? 2.700 voti in tutto contro i 454.000 voti presi da Virginia Raggi. Ciaone Rienzi!


Potrebbe anche interessarti:





Con Miccichè la Sicilia fa un salto indietro di dieci anni. "Mi faccio di coca" diceva



Nuovi guai giudiziari per il sindaco Pd di Milano Beppe Sala










Torna ai contenuti | Torna al menu