La legge elettorale ha modificato anche le regole del voto, ecco cosa dobbiamo sapere per domenica - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

La legge elettorale ha modificato anche le regole del voto, ecco cosa dobbiamo sapere per domenica

Pubblicato da in Dall'Italia ·
Tags: elezionischedaelettoralevoto

Elezioni politiche 2018, la nuova scheda elettorale


Alle elezioni politiche di domenica 4 marzo ci saranno parecchie novità nel modo di votare rispetto alle precedenti elezioni. Innanzitutto si voterà per un giorno soltanto, cosa che non accadeva dal 2001, mentre sulla scheda elettorale troveremo scritti anche i nomi dei candidati, cosa che complicherà la votazione soprattutto agli anziani e alle persone meno istruite. Per questo motivo è consigliabile mettere la X solo sul simbolo del movimento o partito che si vuole votare e basta.
Ma lanovità più importante, in queste elezioni, è rappresentata dal fatto che, per via di un nuovo meccanismo anti-frode, non metteremo più personalmente la scheda nell'urna, ma sarà il presidente del seggio a farlo per noi. Queste modifiche sono state introdotte dalla nuova legge elettorale, il cosiddetto Rosatellum. Ma vediamo nello specifico la particolare scheda elettorale che ci verrà consegnata al seggio questa domenica:
La novità più visibile, introdotta dalla nuova legge elettorale, sarà il “tagliando antifrode”, un meccanismo che comporterà il divieto per l'elettore di inserire personalmente la scheda dentro l'urna. Perchè? La nuova scheda elettorale che ci verrà consegnata al seggio contiene un codice identificativo riportato su una parte rimovibile. Il presidente del seggio annoterà sul registro questo codice accanto a quello dell'elettore. Una volta votato, l'elettore riporterà la scheda chiusa al presidente del seggio e questi controllerà che il codice della scheda corrisponda a quello annotato sul registro, che rimarrà visibile anche sulla scheda chiusa. Solo a quel punto, il presidente del seggio rimuoverà il tagliando con il codice dalla scheda, in modo da eliminare la possibilità di risalire all'identità di chi ha espresso il voto, e sarà lui stesso ad inserire la scheda nell’urna.
Questo meccanismo dovrebbe servire a contrastare il voto di scambio. Il tagliando apposto sulla scheda,infatti, garantirà che la scheda consegnata dall’elettore sia proprio quella che gli è stata consegnata dal presidente del seggio.
Speriamo che non trovino il sistema di aggirare anche questa accortezza, buon voto a tutti e ricordate che si vota soltanto nella giornata di domenica 4 marzo dalle ore 07,00 alle ore 23,00.



Potrebbe anche interessarti:












Torna ai contenuti | Torna al menu