A volte ritornano: Berlusconi promette pensioni di almeno mille euro, meno tasse per tutti, niente tasse su casa, auto e successione... - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia. Un blog di opinion-leading - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

A volte ritornano: Berlusconi promette pensioni di almeno mille euro, meno tasse per tutti, niente tasse su casa, auto e successione...

Pubblicato da in Opinioni ·
Tags: Berlusconimenotasseprimacasa

Silvio Berlusconi

E' proprio vero, gli italiani hanno la memoria corta se ancora hanno il coraggio di credere alle promesse di persone come Silvio Berlusconi e Matteo Renzi, due dei peggiori presidenti del Consiglio di tutta la storia politica di questo Paese. Il primo spera in una sentenza della Corte di Strasburgo che lo riabiliti a tornare in Parlamento dopo la condanna definitiva, rimediata nel maggio del 2013, a quattro anni (di cui tre condonati dall'indulto) per frode fiscale nel processo Mediaset che lo fece decadere dalla carica di senatore e già ha iniziato la sua campagna elettorale contro il Movimento 5 Stelle, mentre il secondo già canta vittoria nella corsa alle primarie del  suo Pd e si rimbocca le maniche per cambiare l'Italia, come se non avesse già fatto abbastanza danni in questi ultimi anni con il suo governo.
Di certo, entrambi hanno una cosa in comune: la paura che il Movimento 5 Stelle possa vincere le prossime elezioni e vengano così spazzati via privilegi, vitalizi e leggi ad personam confezionati dalla casta, con loro due a capo, negli ultimi decenni. E' questa paura che, con ogni probabilità, farà in modo che i due correranno insieme alle prossime elezioni, pur di non far vincere i populisti, come li definiscono loro.
E allora ecco che ritornano le promesse demagogiche. Una pensione minima di 1000 euro per tutti, promette Silvio Berlusconi in caso di ritorno al governo del centrodestra e non solo, ''proponiamo meno tasse, nessuna sulla prima casa, sulla successione e sulla prima automobile, meno Stato, no all'oppressione fiscale, alla burocrazia e meno oppressione giudiziaria, meno Europa con una seconda moneta nazionale, non bail in per le banche, no alle politiche di austerità che ci hanno affossato e sono frutto miope delle burocrazie europee" queste le proposte di fantasia del leader di Forza Italia.
Ma gli italiani si faranno abbindolare ancora una volta dalle stesse promesse (mai mantenute) che spuntano sempre sotto le elezioni da oltre quarant'anni?









Siamo anche su Facebook
Torna ai contenuti | Torna al menu