La Chiesa di S. Maria di Betlem a Modica (Ragusa) - Vacanze in Sicilia - Turismo e Notizie

Abcsicilia
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Chiesa di S. Maria di Betlem a Modica (Ragusa)

Cosa vedere a Modica: Chiesa di Santa Maria di Betlem
Cosa vedere a Modica: Chiesa S. Maria di Betlem
La Chiesa di Santa Maria di Betlem fu costruita intorno al XV secolo alle falde del Castello dei Conti di Modica. Sul posto dove venne costruita c'erano prima quattro chiese tra cui quella di Santa Maria di Berlon della quale è rimasta un'interessantissima lunetta, un bassorilievo che rappresenta una natività, visibile nella parete esterna della chiesa che dà sulla Via Santa Maria.
La Chiesa di Santa Maria di Betlem è composta da tre navate e, come la maggior parte dei monumenti del Val di Noto, subì ampi rimaneggiamenti specialmente dopo i terremoti del 1613 e del 1693 che, per fortuna, risparmiarono il mirabile e ricchissimo portale strombato della navata di destra, risalente alla prima metà del XVI secolo, uno straordinario esempio di architettura tardo-gotica che trova riscontro anche in altri edifici della città di Modica come il Portale De Leva, il Portale del Carmine e il Portale di Santa Maria del Gesù. In questo portale è possibile ammirare l'oppulenza e il fasto della Contea di Modica durante il XIV e XV secolo grazie alla ricchezza delle decorazioni, al sovrapporsi di archi e di ogive, all'esuberanza di fregi e di finissimi arabeschi. Il portale porta nella Cappella Palatina dove si trovano alcune tombe gentilizie e dove è possibile ammirare il pavimento realizzato con ceramiche di Caltagirone.
Dal mese di aprile 2019, all'interno della Chiesa di Santa Maria di Betlem è esposta la statua originale della Madonna di Lordes donata dalla famiglia modicana che molti anni fa se l'aggiudicò all'asta.
Pregevoli le tele dell'Assunta (1713) sull'altare centrale e quella dell'Immacolata con Sant'Antonio (1738) nel terzo altare destro. All'interno della chesa, nella navata di sinistra potete visitare anche l'artistico Presepe Monumentale (1882), permanente, opera del frate cappuccino Benedetto Papale, un vero capolavoro dell'arte presepiale siciliana.

Il Presepe Monumentale
Galleria fotografica a cura di ©Giuseppe Cianci
La strada è di chi la sa indicare, non di chi la percorre!
©Giuseppe Cianci
Seguici su facebook:
© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy
Direttore responsabile: Giuseppe Cianci                                                        Contatti: redazione@abcsicilia.com  giuseppe.cianci@abcsicilia.com

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu