Lo scandalo petrolio in Val d'Agri si allarga a macchia d'olio, indagato il Capo di Stato Maggiore della Marina - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia. Un blog di opinion-leading - Sicilia Turismo e Notizie

   Sicilia Turismo & Notizie
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lo scandalo petrolio in Val d'Agri si allarga a macchia d'olio, indagato il Capo di Stato Maggiore della Marina

Pubblicato da in News ·

L'Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina

Nell'inchiesta di Potenza, sull'impianto di Tempa Rossa, entrano nuovi nomi eccellenti con l'iscrizione nel registro degli indagati dellìAmmiraglio Giuseppe De Giorgi, Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana, insieme a Valter Pastena, dirigente della Ragioneria Generale dello Stato.
Le accuse vanno dall'associazione per delinquere all'abuso d'ufficio fino al traffico di influenze, stessi illeciti contestati a Gianluca Gemelli, il compagno della ministra Guidi, dimissionaria, inquisito insieme a loro.
Massimi esponenti delle istituzioni coinvolti in uno scandalo dalle proporzioni enormi, anche se Renzi minimizza l'accaduto e il Capo dello Stato tace.
Ma chi è l'Ammiraglio De Giorgi? Già a processo per un incidente del 2012 sulla nave Amerigo Vespucci in cui morì un allievo ufficiale, è oggi indagato per associazione a delinquere finalizzata al traffico di influenze e concorso in abuso d'ufficio nell'inchiesta sul petrolio lucano. Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana, onorificenza assegnata «Di iniziativa del Presidente della Repubblica» Giorgio Napolitano, in data 20 dicembre 2012.
E pensare che, in occasione del 50° Anniversario della fondazione del WWF Italia, nel corso della presentazione delle iniziative ad esse collegate per il 2016, la presidente del WWF Italia, la Dott.ssa Donatella Bianchi,  ha insignito l’Ammiraglio Giuseppe de Giorgi, del titolo di ambasciatore del WWF Italia. Il titolo è rivolto a personalità del mondo imprenditoriale e delle Istituzioni che si sono distinte nel corso della loro dirigenza per aver messo in atto misure volte alla tutela e la salvaguardia dell’ambiente.
Questo scandalo è di una portata talmente vasta che l'opposizione non si accontenta delle dimissioni della Guidi, attacca la Boschi e lo stesso Renzi, mentre il M5S annuncia una mozione di sfiducia contro tutto il governo. Anche Lega, Sel, Forza Italia, Fdi e fittiani gridano alle dimissioni del Governo ma sicuramente non voteranno contro l'esecutivo la mozione dei 5 Stelle, non tutti sposeranno il testo dei grillini preferendo una mozione propria che depotenzierà l'iniziativa del M5S e, molto probabilmente, salverà il governo Renzi, perchè in fondo in fondo sono tutti uguali. Grillo intanto twitta: "Boom, salta tutto!", mentre Renzi risponde ostentando calma: "Andremo in Parlamento e ne discuteremo, ormai le mozioni di sfiducia sono settimanali".



Torna ai contenuti | Torna al menu