La Chiesa di Santa Maria del Gesù a Modica - Vacanze in Sicilia - Turismo e Notizie

Abcsicilia
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Chiesa di Santa Maria del Gesù a Modica

La Chiesa di Santa Maria del Gesù a Modica (RG)
La Chiesa di Santa Maria del Gesù con l'annesso Convento dei Frati Minori Osservanti è uno dei monumenti superstiti del Quattrocento siciliano, uno dei più rilevanti anche se tra i meno conosciuti.
Il complesso era stato realizzato a Modica, lontano dal centro abitato, mentre oggi, per via dello sviluppo urbano avvenuto nei secoli a venire, si trova nel centro cittadino della parte alta della città. Ha resistito al terremoto del 1693 ed è stato dichiarato Monumento Nazionale poco dopo l'Unità d'Italia.
La chiesa fu costruita restaurando il Monastero francescano già presente almeno dal 1343, grazie alla volontà e alla generosità della contessa Giovanna Ximenes de Cabrera. Conserva uno splendido chiostro a due ordini in stile tardo-gotico, con colonne variamente decorate e ognuna diversa dall'altra, un unicum in tutta l'Italia meridionale.

La chiesa e il convento erano prima visitabili con delle limitazioni, in quanto l'ex-convento era sede carceraria sin dal 1865. Nel 2014 però, dopo la chiusura del carcere, il complesso ha subito delle ristrutturazioni e, da agosto 2016, è stato restituito interamente ai turisti che vogliono visitarlo.
La fisionomia attuale del Convento e dell'annessa chiesa è un articolato palinsesto architettonico che abbraccia i secoli dal XIV al XVIII. La facciata, riferibile alla prima metà del XVI secolo, si distingue per il portale ogivale e fortemente strombato che si conclude, ai lati, in due pilastrini pronunciati, privi delle cuspidi che sono conservate al Museo Civico.
I capitelli delle colonnine del portale sono scolpiti con una decorazione a motivi fogliacei, stemmi nobiliari e una delle iconografie francescane più diffuse: le braccia incrociate di Cristo Crocifisso e di San Francesco. Un cordone francescano incornicia la lunetta del portale all'interno della quale doveva trovarsi un bassorilievo raffigurante un Santo dell’Ordine francescano o una Madonna con bambino, il bassorilievo purtroppo non è più leggibile così come si sono quasi del tutto perse le tracce dei due scudi. Visibile, alla sinistra del prospetto, la robusta torre campanaria.
Lo stesso tono di ricercatezza della facciata si riscontra nel Chiostro di forma quadrata sorretto, nel primo ordine, da colonnine decorate e da pilastrini a base ottagonale, nel secondo ordine.
Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/s.mariadelgesu/

'A cucciara c'arrumina sapi 'i vai rà pignata
Il cucchiaio che mescola sa i guai della pentola
Ricette facili


Le ricette più famose della cucina tipica siciliana

Nel cuore del Mediterraneo, la Sicilia è stata per millenni crocevia di popoli che le hanno impedito di affermarsi, nel campo culinario, in maniera autonoma.
Sempre dominata, la Sicilia è stata però così intelligente da far propri gli aspetti peculiari delle diverse culture: greci e fenici, romani e bizantini, arabi e normanni, spagnoli e francesi. Le ricette di abcsicilia sono ricette facili da realizzare e richiedono ingredienti economici di uso stagionale frequente. Ecco le ricette tradizionali più conosciute di questa terra

Storia della Ceramica in Sicilia

La ceramica - Strade e paesi siciliani della terracotta
Santo Stefano di Camastra e la ceramica

La ceramica di Santo Stefano di Camastra è una delle più conosciute e apprezzate. Qui infatti, la lavorazione dell'argilla, probabilmente, è antica quanto la stessa cittadina di Santo Stefano di Camastra. Semplice, geniale invenzione, la ceramica è una delle realizzazioni più importanti dell'Umanità. In Sicilia essa fa la sua comparsa nel VI millennio a.C. e, sino all'età del Bronzo, si sviluppa in tutti i centri indigeni dell'isola. Dai primi rozzi manufatti di Stentinello, vicino... Leggi tutto
Seguici su facebook:
© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy
Direttore responsabile: Giuseppe Cianci                                                        Contatti: redazione@abcsicilia.com  giuseppe.cianci@abcsicilia.com

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu